Sasso Putia

Sasso Putia

Itinerario:
Dal parcheggio della Malga Zanser/Zannes si segue la strada in direzione della Pensione Sass Rigais. Qui parte un sentiero forestale che porta attraverso prati, boschi e lungo un ruscello in direzione della valle fino a Tschantschenon. Da qui parte anche la strada che parte dalla Malga Zanser/Zannes e che conduce al Rifugio Genova al Passo Roma passando lungo il pendio ombreggiato. Tagliando i tornanti si sale fino alla Malga Gampen (2062m).
Il sentiero marcato n. 35 passa prima attraverso prati e conduce ad un pendio ripido e roccioso da dove, salendo dapprima tornanti e più in alto pendii d’erba e fossi formati dall’erosione, si sale al Rifugio Genova al Passo Poma (2297m). Poi si procede seguendo il sentiero n. 4 in direzione nordovest alla volta del rifugio salendo verso la vicina Forcella S. Croce (2340m, segnalazioni). Da qui si procede verso nord attraversando un terreno d’erba pianeggiante fino alla sella Kreuzberg. Compiendo un attraversamento più lungo sui pendii d’erba del versante orientale si arriva al Valico di Putia/Peitlerscharte (2357m, 45 min.). Assolutamente indispensabile l’equipaggiamento d’arrampicata!

Il sentiero che si snoda lungo un pendio erboso che porta verso nordest, attraverso un ripido avvallamento sul versante sud della montagna, con molti tornanti nella parte superiore del terreno roccioso, porta alla sella relativamente larga della cima (2765m).
Il sentiero che passa per un crinale roccioso sporgente è molto ripido, ma essendo assicurato non presenta alcuna particolare difficoltà.
Dopo aver superato la parete assicurata e dopo aver attraversato un sentiero di ghiaia si arriva alla cima Putia/ Peitlerkofel (2875m). Durante la discesa si percorre il sentiero che porta a Zannes.

Dettagli sull'escursione